Giulio Regeni,un ricercatore da eliminare

Giulio Regeni, 28 anni, ricercatore di Cambridge, impegnato in Egitto per un dottorato di ricerca sull’economia egiziana e attento a quanto si muove nel Paese attorno ai sindacati e alle forze di opposizione, è stato brutalmente ucciso. Il suo corpo, ritrovato in un fosso, presenta evidenti “segni di torture”, quali bruciature, tagli ed ecchimosi da pugni. La morte sarebbe intervenuta a seguito di un forte colpo alla testa provocato da un oggetto contundente.

Restiamo basiti di fronte ai maldestri tentativi di sviare le indagini con la ricostruzione dell’incidente stradale. Una ricostruzione nettamente in contrasto con i primi risultati dell’autopsia.

Si faccia chiarezza e si arrivi presto alle verità su questa vicenda accaduta ad un nostro connazionale in un Paese in cui torture, sparizioni e arresti sommari sono purtroppo all’ordine del giorno.

 

Giulio Regeni (Ansa)

immagine tratta da http://www.corriere.it

Immagine tratta da http://www.quotidiano.net/cairo-studente-italiano-1.1702063

Giulio Regeni, 28 anni, ricercatore, brutalmente ucciso in Egitto. Siamo sicuri che la polizia egiziana o i militari al potere non c’entrino nulla con questo delitto? Non vi sembra che la “ricostruzione” dell’incidente d’auto sia troppo simile a quanto si diceva in Cile e in Argentina a proposito della morte dei desaparecidos? Le mie sono riflessioni da inesperto e probabilmente verranno presto smentite dai fatti. Ma ….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...