A chi piace questo caffè?

Sul sito di Repubblica .it leggiamo:
Il colosso Usa delle caffetterie chiude il 2015 con risultati sotto le attese, colpa della debole crescita delle vendite nell’ultimo trimestre in Cina e in Europa. Risultati molto positivi invece, da Stati Uniti, Canada, Brasile e Puerto Rico, dove il gruppo ha già una presenza consolidata con 14.800 punti vendita, oltre la metà dei suoi 23mila bar.  (…) La catena di caffetterie più famose negli Usa vive inoltre un momento di cambiamento, dopo che McDonald’s sta sperimentando in tutto il mondo la formula colazione insieme a quella degli hamburger, anche il gruppo ha dovuto rinnovare al sua immagine, con un’offerta più ricca di cibo e aggiungendo anche le bevande alcoliche, per incrementare il fatturato.
(http://www.repubblica.it/economia/finanza/2016/01/22/news/starbucks_delude_gli_invesitori_perche_cresce_solo_nelle_americhe-131811047/?ref=HRLV-5)

Ma, crisi e debole crescita economica a parte, il caffè dello Starbucks a chi piace?

 

Un pensiero su “A chi piace questo caffè?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...