Tragedia sfiorata, ma i problemi restano

A Pordenone una ragazza di 12 anni si è buttata giù dalla sua abitazione.  Prima di compiere questo gesto disperato, ma probabilmente meditato da alcuni giorni, la giovane ha scritto un messaggio ai genitori per scusarsi del gesto e un altro ai compagni di classe, con la frase: “ora sarete contenti”.

Un ennesimo caso di bullismo?

Questa sembrerebbe essere la causa del gesto. Ed è un vero peccato constatare, ancora una volta,  che un luogo di formazione, crescita e educazione come la scuola rischia di trasformarsi per qualcuno un luogo di disagio e di sofferenza.
Non dovrebbe essere così,  soprattutto se si pensa che tanti giovani nel mondo non hanno la possibilità di studiare.

L’impatto con il suolo è stato per fortuna attutito, durante la caduta,  e la ragazza non è in pericolo di vita.

La tragedia, insomma,  è stata solo sfiorata, ma i problemi restano e si aggravano sempre di più. 
Se la famiglia,  la scuola,  la società e, più in generale, le istituzioni non si daranno una mossa, coordinando gli sforzi tra loro, le cose non miglioreranno e la società del futuro sarà sempre più fragile.
Dobbiamo avere molta fiducia nei giovani,  ma dobbiamo anche impegnarci persolamente affinché la situazione possa cambiare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...