Addio, Eluana, ora andrai in un luogo migliore!!

Addio Eluana,
la volontà di Dio si è compiuta!
Solidarietà agli Englaro, sostegno a Napolitano

In questo momento non possiamo che essere vicini alla famiglia di Eluana.
Nei giorni scorsi si è fatto un grande baccano su una vicenda che avrebbe dovuto restare intima.

Hanno innescato un conflitto istituzionale con il Presidente Napolitano che non poteva controfirmare un decreto che avrebbe annullato una sentenza passata in giudicato, perché non poteva andare contro la Costituzione.

Nemmeno le peggiori dittature arriverebbero ad imporre ai cittadini addirittura come e quando morire.

Nemmeno i politici più megalomani arriverebbero a pensare di poter rovesciare la volontà di Dio!

Infatti, non possiamo far altro che dire (per chi, come il sottoscritto, ci crede e anche per chi non ci crede) che oggi si è compiuta la volontà di Dio, quella Volontà che nessuno, neppure un politico tra i più potenti e ricchi, può pensare di ribaltare!

Questo è uno degli insegnamenti che tale vicenda può e deve darci!

"Divertiti lassù", Eluana!
"Riposa lassù, Eluana!
Qualunque cosa tu possa trovare, sarà certo un luogo grande e degno di una persona altrettanto grande e pura come eri tu.

Sicuramente sarà un posto più grande del luogo in cui tu ti trovavi, di questa nostra Italietta, un luogo piccino e meschino, un luogo nel quale ancora ora si specula e si parla a sproposito.

Solidarietà a Beppino Englaro e alla sua famiglia!
Sostegno al nostro Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano!

2 pensieri su “Addio, Eluana, ora andrai in un luogo migliore!!

  1. prof nn condivido prp… a mio parere nn era la volontà di DIO, era la volontà di suo padre, ma io nn capisco cm 1 padre poxa volere la morte della figlia… lei respirava snz makkinari… i makkinari la nutrivano e la idratavano… è morta di fame e di sete!!!è poxibile k qst accada in 1 PAESE civile??!?!??!?

  2. L\’argomento è troppo delicato per discuterne qui e forse ci vuole anche una certa maturità ed un\’età un po\’ più adulta per comprendere in pieno.Una cosa è certa: io, al posto di Eluana, non avrei voluto vivere per 17 anni così. E trovo francamente incivile che una persona per me completamente estranea, come un presidente del consiglio, possa impormi, con un\’assurda legge dello Stato, come morire, quanto morire e con quante sofferenze morire.Uno stato civile non dovrebbe neppure legiferare imposizioni del genere su materie come la fine della vita che attengono alle scelte individuali.Eluana non poteva più parlare, ma ricostruzioni e indagini hanno stabilito che lei, prima dell\’incidente, aveva detto che, qualora le fosse accaduto qualcosa del genere, non avrebbe voluto l\’accanimento terapeutico a cui è stata sottoposta.Io, poi, tra prestare fede al padre o a quello che dice un perfetto sconosciuto per Eluana, come il presidente del consiglio, sinceramente preferisco rispettare la volontà del padre.Chi sta fuori da questa situazione non può giudicare un padre che ha vissuto un calvario simile. Soprattutto non può giudicarlo come un assassino, come hanno fatto politici ed esponenti del clero italiano.Ognuno stia al suo posto, in questa vicenda e rispetti la volontà di Eluana e della famiglia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...