Un grave errore

Un grave errore
 
….
 
 
Un grave errore da non commettere sarebbe quello di sottovalutare quanto sta succedendo in Italia con le grandi e generalmente pacifiche dimostrazioni degli studenti, dei docenti e dei genitori contro i provvedimenti sulla scuola pubblica.….
 
Un grave errore sarebbe anche sottovalutare la grande manifestazione di oggi pomeriggio del PD al Circo Massimo, luogo gremito di donne, di uomini e di ragazzi, tra cui molti studenti giunti da ogni parte d’Italia.
 
Non sottovalutate e non disprezzate, come finora molti ignobilmente hanno fatto, queste grandi movimenti pacifici e democratici di popolo, di studenti e di cittadini che si stanno rendendo protagonisti del dibattito politico, sociale e culturale nel nostro Paese.
 
Si dia retta agli studenti, ai docenti e ai genitori che protestano: non si dia corso alla macelleria sociale sottesa al licenziamento di 87.000 docenti e di 44.000 collaboratori e assistenti A.T.A.. Si ritiri il Decreto Gelmini e gli altri provvedimenti relativi ai tagli alla scuola e all’università.
 
 
Si apra un tavolo di confronto e di dialogo vero.
 
 
Si conceda un tempo ragionevole (non troppo lungo, ma ragionevole) alla discussione con tutte le forze che operano nel mondo della scuola e poi si decida. Ma prima di decidere si dialoghi e si ragioni con tutti.
 
 
Non si decida di fare macelleria sociale e culturale con il furbesco espediente della decretazione d’urgenza.
 
Non si esautori il Parlamento (e con esso la democrazia), soffocando il dibattito nel luogo che più gli è proprio: le Aule di Camera e Senato!!
 
Non si minacci la repressione violenta nei luoghi che sono il tempio della cultura e della non violenza!!!
 
Non si commetta l’errore di varare leggi sulla scuola CONTRO le figure umane e professionali che nella scuola vivono ed operano ogni giorno.
 
Sarebbe insensato e frutto di miopia o di vera e propria  cecità politica!!
 
ASCOLTATECI!!!!! 

Un pensiero su “Un grave errore

  1. SE Non Ci Ascolteranno, sarà un Ulteriore Passo verso una sempre maggiore certa Vera E Propria Guerra Civile, Nuovi Anni di Piombo, Mario Capanna ha scritto un Libro a tal proposito sul \’68 e la situazione attuale che ricalca per diversi aspetti quella che sottintendeva alle contestazioni sociali che avvennero in quegli Anni.Fausto Bertinotti Parlò Chiaro in seguito alla disfatta politica della sinistra istituzionale post elettorale: non avere una rappresentanza politica istituzionale parlamentare di Sinistra che abbia funzione di Calmiere e di Dialogo Attivo Parlamentare Istituzionale Comporta quindi Inevitabilmente il Riversamento della Azione Attiva di Eventuali Proteste nelle piazze e nelle strade, e in tali contesti Il Dialogo Pacifico non è affatto certo, quando intervengono delle masse e la implicita psicologia delle masse con tutto ciò che comporta.Tali Ignorantoni Artificialmente Bestiali che stanno ora nella maggioranza governativa e parlamentare Ignorano che la mancanza di una Congrua Rappresentanza Istituzionale della sinistra Porterà a una Rivoluzione Armata E Violenta Quasi Certa, SE Non faranno di tutto per accontentare un po\’ tutti i ceti sociali e le le varie categorie di persone presenti nello Stato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...