Nessuno può tagliare il nostro futuro!!

Il futuro è nostro!!!
 
 
NESSUNO PUO’ TAGLIARE IL NOSTRO FUTURO!!
 
Il futuro è nostro, di tutti noi singoli docenti, di voi singoli studenti, dei genitori, delle famiglie.

Il futuro è nostro e il governo non può decidere di tagliarlo eliminando 87.000 docenti e di 44.500 assistenti ausiliari – tecnico – amministrativi.(confrontare le tabelle riassuntive dello "schema di Piano Programmatico del Ministero dell’Istruzione e dell’Università!).

Dietro a questi numeri ci sono più di 130.000 famiglie che si troveranno in mezzo ad una strada per colpa della strana coppia Gelmini – Tremonti!

Dietro a questi numeri ci sono classi di 33 – 35 alunni!

Dietro questi numeri ci sono docenti ora di ruolo destinati a diventare precari!

Dietro a questi numeri c’è la politica dissennata di un governo che lancia un durissimo attacco alla scuola pubblica.

Dietro a questi numeri c’è la vergogna di un Paese che non investe sulla Scuola, sull’Istruzione, sull’Università e sulla Ricerca.

Dietro a questi numeri c’è il vuoto assoluto che coincide con un evidente rischio di "descolarizzazione della società!!!".

I ragazzi, gli insegnanti, i dirigenti e le famiglie che stanno protestando non sono dei facinorosi, ma sono delle persone preoccupate GIUSTAMENTE per il futuro di questo Paese.

Questo non è più tempo di sudditi e di sottomessi.

Credo che sia opportuno e consigliabile ascoltare il disagio di chi protesta!

Ragionevolezza e buon senso sono imperativi categorici!!!

4 pensieri su “Nessuno può tagliare il nostro futuro!!

  1. In ogni parte d\’Italia la protesta è alta e rumorosa, peccato che i destinatari abbiano il cerume nelle orecchie
    ….. beh, almeno non si dica che gli studenti non si son fatti sentire.
     
    La cosa grave è che l\’Italia è passata dal ruolo di Repubblica delle Banane a quello di Dittatura del Cetriolo (…. e ti lascio indovinare dove ci colpisce il cetriolo) !!!!!

  2. Professore avete completamente ragione, madonna cosa stanno combinando :@almeno ci conceda l\’autogestione, meritiamo di dover protestare, in qualsiasi modo.e, esclusa la violenta ed illegale occupazione, optiamo almeno per l\’autogestione, noi studenti siamo il futuro e dobbiamo farci sentire!!!

  3. Manifestare e protestare è legittimo e giusto. Però, parole come "occupazione" o "autogestione" non sono e non possono essere contemplate nell\’ordinamento scolastico italiano e le azioni ad esse collegate non possono essere ufficialmente autorizzate dalla Scuola.
     
    Dico questo, pur ribadendo che protestare pacificamente per qualcosa che non si condivide ed esprimere il proprio parere è legittimo. Io, infatti, mi sto già pregustando la mia partecipazione alla manifestazione del 30 ottobre a Roma!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...